Emergenza Ucraina: servizio di supporto psicologico gratuito per donne originarie dei Paesi coinvolti nella guerra

Gli effetti delle guerre sulla salute mentale delle persone, vanno ben oltre i confini dei paesi coinvolti. L'impatto della guerra infatti purtroppo non si ferma ai traumi diretti dovuti dai combattimenti. Le persone coinvolte nel conflitto, sia direttamente che non, sono a rischio immediato di disturbo di stress post traumatico, depressione, condizioni legate a stress. 

La distruzione della guerra va oltre le ferite del corpo e della mente. Sradica le radici del benessere umano e spezza i legami tra le persone. 

Come associazione, vogliamo provare a fare la nostra parte, seppur piccolissima, attivando, in rete con altre 3 associazioni cagliaritane, uno sportello gratuito di supporto psicologico, per venire incontro alle esigenze delle persone provenienti dai Paesi coinvolti nel conflitto, che vivono nei nostri territori.
In particolare rivolgiamo il nostro servizio alle donne, seguendo la linea progettuale che da più 10 anni portiamo avanti tramite il progetto dalla Biblioteca Multiculturale. Il nostro obiettivo è offrire un aiuto solidale e reale, in maniera gratuita a donne che stanno subendo le terribili conseguenze della guerra, aiutandole tramite il supporto di una psicologa ad elaborare le ferite emotive e i traumi subiti. 

Lo sportello in particolare è attivato in collaborazione con Ai.Bi. - Amici dei Bambini,  Karalettura e La Malince. Per accedere al servizio è necessario prendere appuntamento.
Il servizio sarà attivo presso i locali della biblioteca Karalettura, in via del Collegio 2 a Cagliari (quartiere Marina) nelle seguenti date: 7 e 21 aprile, 12 e 26 maggio, 9 e 23 giugno, dalle 15 alle 18. 

Per appuntamento chiamare il numero 3477728400 oppure mandare una email a gentidemesu@gmail.com con oggetto “Sportello Psicologico”.