Mostra fotografica "Il popolo quilombola: un Brasile sconosciuto"

La mostra fotografica "Il popolo quilombola: un Brasile sconosciuto" è promossa da AACADE, Associazione di appoggio alle comunità afro discendenti dello stato della Paraíba, nord est del Brasile, fondata nel 2003 dalla sociologa Francimar Fernandes de Sousa e dal volontario italiano Luigi Zadra. Grazie all'azione di AACADE, nell’arco di una decina di anni 39 comunità dello stato della Paraíba sono uscite dall'invisibilità storica e sociale in cui si trovavano ed hanno potuto accedere ai programmi previsti dalle politiche governative per favorire il loro sviluppo e il loro inserimento attivo nella società civile dalla quale erano sempre state escluse. Queste comunità sono formate da discendenti degli africani schiavizzati e deportati in Brasile per quasi quattro secoli per sostenere lo sviluppo economico della colonia portoghese. La mostra "Il popolo quilombola: un Brasile sconosciuto", con fotografie e testi di Alberto Banal, membro dell’associazione dal 2006, vuole mostrare la realtà odierna di queste comunità e il lavoro svolto da AACADE nell’ultimo decennio.

La mostra è  arrivata a Cagliari ad agosto 2016,  dopo essere stata a Trento e a Milano e, precedentemente, in versione portoghese alla Estação Cabo Branco di João Pessoa e al Museo Assis Chateaubriand di Campina Grande, le due maggiori città dello stato della Paraíba.

L’intera mostra è stata visitabile presso il cortile di Villa Muscas a Cagliari, in Via Santa Alenixedda dal 5 al 12 agosto, dalle ore 19 sino alla fine delle proiezioni del Cinema all’aperto Nottetempo 2016. La mostra è stata inaugurata in presenza del fotografo Alberto Banal presso lo spazio di Co-Working Rivos, in via San Saturnino. 

Per maggiori informazioni sulla mostra visitare il blog di riferimento: http://altrobrasile.blogspot.it/.

Vedi le foto della presentazione della mostra.