Progetto InterGENERazioni

Campagna di prevenzione e sensibilizzazione finalizzata a contrastare la violenza di genere e il femminicidio, finanziata dalla Commissione Pari Opportunità della Provincia di Cagliari, realizzata da uno staff di esperte, con differenti profili professionali, che realizzano  laboratori per adulti e giovani avvalendosi di metodologie partecipative e strumenti interattivi. 

Il progetto ha previsto diverse azioni in 10 scuole del territorio della Provincia di Cagliari dal mese di dicembre 2013 al mese di maggio 2014. In particolare sono stati svolti laboratori destinati a studenti e studentesse delle terze, quarte e quinte delle scuole superiori e seminari per operatori scolastici, socioculturali e docenti. Il numero totale di alunni coinvolti nella fase del progetto 2013-14, è stato pari a 3252, di cui 1619 di sesso maschile e 1623 di sesso femminile. Nello specifico i ragazzi e le ragazze coinvolti/e nei laboratori sono un totale di 618.
Lo strumento principale di diffusione è stata una mostra itinerante,  ospitata nelle 10 Scuole coinvolte.  Un’esposizione itinerante di parole e immagini che promuove spazi di riflessione sugli stereotipi di genere e sulla violenza su corpo, mente, emozioni e affetti della donna. 
Gli istituti scolastici coinvolti sono stati: IPSAR GRAMCI MONSERRATO, ITS MATTEI DECIMOMANNU , IIS EINAUDI E BRUNO MURAVERA, IISS DESSI VILLAPUTZU/MURAVERA, IPA ABRUZZI SENORBI, LICEO PITAGORA ISILI ,IPSAR AZUNI PULA, ITA ABRUZZI ELMAS, LICEO MOTZO QUARTU, LICEO PITAGORA SELARGIUS.
 
La campagna si propone di realizzare i seguenti obiettivi:
1) Fornire gli strumenti critici per conoscere i diversi livelli e tipologie della violenza di genere e per riconoscere le situazioni di violenza di genere.
2) Favorire la presa di coscienza dell'esistenza di stereotipi di genere e di come questi condizionano il modo di essere e di comportarsi delle persone.
3) Trasmettere strumenti utili a riconoscere e a contrapporsi ai pregiudizi sessisti.
4) Generare una riflessione sulle immagini stereotipate di donne e uomini e sul fatto che non favoriscono relazioni paritarie tra i due sessi.
5) Descrivere modelli alternativi che guidino le nuove generazioni verso un cambiamento di prospettiva rispetto alle immagini sessiste offerte dai mass media.
6) Favorire nelle/nei giovani atteggiamenti sociali, relazioni costruttive e non oppressive.
 
La mostra, esposizione itinerante  di parole e immagini, promuove spazi di riflessione sugli stereotipi di genere e sulla violenza su corpo, mente, emozioni e affetti della donna. Violenza intesa come forma di potere e controllo che si concretizza in atti o minacce di sopruso fisico, psicologico, sessuale, economico o persecutorio (stalking) contro le donne in quanto donne, per mantenerle in una condizione di inferiorità nei rapporti privati (la coppia, la famiglia) e pubblici (il lavoro, la scuola, la collettività).
 
Il progetto è ideato e realizzato da un partenariato formato da:
Genti de Mesu - capofila del progetto. 
L’Associazione Entulas,
La Cooperativa L’Aquilone di Viviana,
L'associazione Malince Onlus. 
 
Maggiori informazioni sulla pagina FB del progetto: www.facebook.com/progetto.intergenerazioni e sul sito www.intergenerazioni.it
 
Guarda il trailer del video del progetto
Vedi le foto